L’amministrazione comunale di Campobello di Licata e le imprese della Rti, Iseda, Icos ed Ecoin, danno un nuovo impulso alla raccolta differenziata del comune agrigentino, partita da poco più di un mese.
In queste prime settimane di servizio infatti, i cittadini hanno lamentato alcune criticità nello svolgimento del porta a porta, criticità che sono state prese in carico sia dal Comune guidato dal sindaco Giovanni Picone che dalle imprese stesse, che hanno studiato un piano di miglioramenti per la raccolta differenziata.
“Quello che sta accadendo a Campobello di Licata – spiega l’amministratore comunale di Iseda Giancarlo Alongi – è un passaggio purtroppo fisiologico quando si avvia un nuovo servizio e cambiano radicalmente le abitudini di un’intera cittadinanza. Il fatto di non avere più i cassonetti in ogni quartiere dove potere conferire ogni tipo di rifiuto in qualsiasi giorno della settimana, è sicuramente una cosa che ha bisogno di tempo per essere metabolizzata e affiancata da una nuova mentalità comune che è , appunto, quella di effettuare la differenziazione dei rifiuti e la loro calendarizzazione a seconda dei giorni e degli orari. Detto questo, noi come imprese, abbiamo deciso di mettere in campo più uomini e ulteriori mezzi proprio per venire incontro a quelle che sono le necessità della popolazione di Campobello di Licata e in sinergia con l’amministrazione comunale, stabiliremo di volta in volta, quelli che sono gli interventi migliorativi da mettere in campo”.
Dal prossimo mese di settembre, ad esempio, è stato concordato insieme al Rup del Comune, l’ingegnere Roberto Cordaro, un piano articolato per il decespugliamento delle ville comunali.
“Ognuno di noi – conclude Alongi – dobbiamo fare la nostra parte in questo nuovo progetto. L’impegno delle nostre aziende associate vuole garantire ai cittadini di Campobello, pulizia, decoro urbano e rispetto per l’ambiente, incrementando in tal modo il benessere e la qualità della vita delle famiglie, delle attività commerciali e dei visitatori. Per fare questo, nel chiedere ai cittadini di avere ancora un po’ di pazienza, li invitiamo a continuare a rivolgersi al Numero Verde 800.550064 per segnalare le criticità che possono verificarsi da qui a venire perchè la collaborazione dell’utenza per noi è fondamentale. Il Comune poi, attraverso il suo Corpo di Polizia Municipale vigilerà affinchè i cittadini osservino le regole per evitare la nascita di discariche abusive in centro o nelle periferie del paese. In questo modo, la raccolta differenziata si potrà trasformare da un disagio iniziale ad un valore aggiunto per l acomunità campobellese”.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *